Arte e Storia. Roma Antica. Il colle PALATINO

A cura della Direzione dei Bed & Breakfast “A home for holiday” e “A room for holiday” di Roma Centro

Aggiornato al 29 aprile 2012

 

Arte e Storia. Roma Antica.

Area Archeologica del

 

 Colle PALATINO

 (vicino al quartiere San Giovanni in Laterano) 

(Il Colle Palatino) 

 

Il  Palatino è il  Colle sul quale fu fondata la “Roma quadrata”, primo nucleo della futura capitale di un grande impero.

Secondo la leggenda, Romolo e Remo furono allevati da una lupa in una grotta sul Palatino. Sul colle sono stati in effetti ritrovati resti di insediamenti dell’età del Ferro, databili X secolo a.C., che in parte costituiscono la conferma del mito di fondazione di Roma.

Sul Palatino, ambito luogo di residenza, abitavano quasi tutti i più famosi abitanti della città.

Sono state individuate, tra le altre, le case di Augusto e di Livia, sua moglie; due edifici non lussuosi e i meglio conservati dell’area. I successori di Augusto invece, come Tiberio, Caligola e Domiziano, si costruirono sul colle sontuose dimore.

 

DA VISITARE:

  • Tempio di Cibele
  • Domus Flavia
  • Casa di Livia
  • Casa di Romolo
  • Criptoportico
  • Domus Augustana
  • Palazzo di Settimio Severo
  • Esedra
  • Stadio
  • Giardini Farnese

 

PERCORSO “IMPERO ROMANO”:

  • Aventino (colle di fronte al Palatino, divisi dal Circo Massimo)
  •  
  • Colosseo
  • .
  • Foro Romano
  • .
  • Isola Tiberina, qui in corrispondenza del guado sul Tevere vi fu il primo insediamento umano dell’età del Bronzo, risalente al XIV secolo avanti Cristo; 
  • .
  •  Domus Aurea (residenza di Nerone, prospiciente il laghetto nella valle da lui fatta prosciugare e ove poi sorse il Colosseo) e Ludus Magnus (rovine dell’antica palestra dei gladiatori, di fronte al Colosseo, al quale essi accedevano tramite una galleria sotterranea);
  • .
  • Museo della Civiltà Romana e Terme di Diocleziano;
  • .
  • Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo alle Terme (Largo di Villa Paretti 1) 
  • .
  • NEL LAZIO
  •  
  • – Scavi di Ostia Antica, Viale dei Romagnoli 717 (FS Ostia Antica). Una passeggiata archeologica dal borgo medievale alle rovine ben conservate.
  • .
  • – L’Area del Foro e Domus Privatae della Città Romana di Volsinii

 

E’ uno dei 10 luoghi di Roma da non perdere  e

uno dei “Punti panoramici di Roma

 

 

Per itinerari a Roma, vedi nostre pagine

TOUR di ROMA, in 1 giorno, in un weekend, in 2-3-4-5 giorni o in 1 settimana (ITINERARI consigliati su cosa vedere in poco tempo e perché)

e

QUARTIERI di ROMA e LUOGHI da vedere (ITINERARI consigliati) per ARTE, NATURA, Storia, SPETTACOLO e Salute (San Giovanni, COLOSSEO, FORO, Navona, Pantheon, Fontana TREVI, Piazza di SPAGNA, Castel Sant’Angelo, SAN PIETRO, Vaticano, etc.)

 

e per i mezzi pubblici di Roma, vedi nostra pagina SERVIZI. TRASPORTI. Metropolitana e Bus di Roma. Cambiamento mobilità

 

 

—————————————————————————————-

A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

  “A room for holiday” e “A home for holiday” di Roma Centro,

   29 aprile 2012

 

Arte e Storia. FORO ROMANO. Roma antica

A cura della Direzione dei Bed & Breakfast "A home for holiday" e "A room for holiday" di Roma Centro

Aggiornato al 29 aprile 2012

 

Arte e Storia. Roma Antica

Foro Romano  

 (vicino al quartiere San Giovanni in Laterano) 

 

Il Foro era il centro della vita politica e commerciale e giudiziaria dell'antica Roma.

Gli edifici più importanti erano le basiliche, luoghi deputati al commercio e alla soluzione delle questioni legali. Con il crescere della popolazione, Giulio Cesare ne fece costruire uno nuovo, imitato poi da altri imperatori, da Augusto, a Traiano. 

Oltre ai Fori Imperiali, si devono a loro gli archi di Trionfo, le colonne e il Colosseo. 

Da visitare: 

  • la via Sacra, la via delle processioni sacre, che partiva dall'Arco di Costantino;
  •  
  • Arco di Costantino, di Tito, di Settimio Severo (archi di trionfo dedicati agli imperatori);
  •  
  • Casa delle Vestali, la casa delle sacerdotesse vergini devote alla dea Vesta e all'eterno fuoco (acceso di fronte all'aedes Vestae) (*)
  •  
  • Tempio di Saturno, di Castore e Polluce,
  •  
  • Tempio di Vesta, dedicato alla dea Vesta, il cui culto risale probabilmente al 750 a.C., epoca delle origini di Roma (**)
  • (culto coevo a quello del primo re divinizzato, Romolo);
  • Templi di Romolo e di Venere;
  • Basilica Julia, di Costantino e Massenzio, Emilia;
  • l'Antiquarium Forense;
  • la Curia;
  • il Foro di Traiano, i Mercati Traianei,
  • Colonna Traiana;
  •  
  • Fori di Cesare, di Augusto e di Nerva, visibili dalla Via dei Fori Imperiali
  •  

il Colosseo e il Palatino (biglietto integrato per le tre aree archeologiche) 

 (*) La Casa delle Vestali, posta tra la Via Nova e la Via Sapra, è stata riaperta nel 2011, dopo vent'anni

 

Casa Delle Vestali

 

La Casa delle Vestali al Foro Romano

 (**) Accanto al fuoco domestico di Vesta, risiedevano re e sacerdoti, nel cd "locum Vestiae"; mentre, accanto al fuoco bellico di Vulcano, il re parlava con consiglieri e cittadini; poiché il Foro era stato progettato con due riti del fuoco.

—————————————————-

PERCORSO “IMPERO ROMANO”:

foro romano

A ROMA

  • Palatino e Aventino,  i due colli divisi dal Circo Massimo, vicini al Foro Romano
  •  
  • Domus Aurea, ora in restauro (residenza di Nerone, prospiciente il laghetto nella valle da lui fatta prosciugare e ove poi sorse il Colosseo) e Ludus Magnus (rovine dell'antica palestra dei gladiatori, di fronte al Colosseo, al quale essi accedevano tramite una galleria sotterranea);
  •  
  • Musei Capitolini, al Campidoglio,
  •  
  • Museo della Civiltà Romana e Terme di Diocleziano;
  •  
  • Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo alle Terme (Largo di Villa Paretti 1) 
  •  

NEL LAZIO

  • – Scavi di Ostia Antica, Viale dei Romagnoli 717 (FS Ostia Antica). Una passeggiata archeologica dal borgo medievale alle rovine ben conservate.
  • – L'Area del Foro e Domus Privatae della Città Romana di Volsinii
  •  – per il Lazio etrusco, vedi le necropoli di Cerveteri, Veio, Tarquinia e il Museo Nazionale Etruscco di Villa Giulia

E' tra i 10 luoghi di Roma da non perdere.

Curiosità:

Quando i Greci fondavano una colonia, un pirosforo vi portava in un vaso le braci della madrepatria con cui veniva acceso il fuoco nella colonia, il che consisteva in un rito di fondazione; invece i Romani ebbero due cerimonie di fondazione.

Una fu il 21 aprile 753 a.C., il cosiddetto Natale di Roma, in cui Romolo fondò l'epicentro dell'abitato sul Palatino, seguendo riti latini e etruschi.

Durante il regno con Tito Tazio, sempre Romolo, fondò il centro sacrale e politico nel Foro Arce, era un 1° marzo, capodanno dei primi Romani. 

 

 

Per itinerari a Roma, vedi nostre pagine

TOUR di ROMA, in 1 giorno, in un weekend, in 2-3-4-5 giorni o in 1 settimana (ITINERARI consigliati su cosa vedere in poco tempo e perché)

e

QUARTIERI di ROMA e LUOGHI da vedere (ITINERARI consigliati) per ARTE, NATURA, Storia, SPETTACOLO e Salute (San Giovanni, COLOSSEO, FORO, Navona, Pantheon, Fontana TREVI, Piazza di SPAGNA, Castel Sant’Angelo, SAN PIETRO, Vaticano, etc.)

 

e per i mezzi pubblici di Roma, vedi nostra pagina SERVIZI. TRASPORTI. Metropolitana e Bus di Roma. Cambiamento mobilità

 

 

—————————————————————————————-

A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

  "A room for holiday" e "A home for holiday" di Roma Centro,

 29 aprile 2012

ARTE e STORIA. CASTEL SANT’ANGELO. Monumento

A cura della Direzione dei Bed & Breakfast "A home for holiday" e "A room for holiday" di Roma Centro

Aggiornato al 29 aprile 2012

 ARTE e STORIA. Roma Antica e Moderna.

CASTEL SANT’ANGELO

castel sant'angelo

 

 DOVE: Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, Lungotevere Castello n. 50,

COME ARRIVARE: Bus 87, capolinea Cavour; oppure bus 81, Lungotevere.

Note sul Monumento:

Edificata nel 139 d.C. , come monumento funerario dell’imperatore Adriano, ispirato al Mausoleo di Augusto, ha svolto molti ruoli da allora: avamposto delle Mura Aureliane, cittadella e prigione medievalee residenza dei papi nei periodi di incertezza politica.

Infatti, la massicca fortezza  che prende il nome dalla statua dell'Arcangelo Michele posta sulla sua cima, fu

  • piazzaforte rinforzata da mura con Aureliano, baluardo di Roma nel corso delle guerre gotiche,
  • roccaforte del potere temporale e
  • a volte residenza papale dopo la "cattività" avignonese, al di là del Tevere (con via d’accesso interna a San Pietro, lo storico “Passetto” oggi parte del confine tra i due Stati, Italia e Vaticano).
  • Il corridoio vaticano conduce dal Castello al Palazo del Vaticano, fu costruito nel 1277 per consentire una via di fuga al Papa in caso di pericolo.

Dal 1925 è sede del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, che conserva pochi resti della decorazione adrianea e altri reperti archeologici, arredi di varie epoche pertienti al Castello, una importante collezione di armi dal Medioevo al XX secolo, dipinti (Zavattari, Poussin, Dosso Dossi, Lotto).

Numerosi gli ambienti di grande interesse:

  • la rampa elicoidale e la camera funeraria di età adrianea;
  • .
  • la loggia di Giulio II e quella di Paolo III; i magazzini con le "Oliare" di Alessandro VI;
  • .
  • la Sala Paolina dalla decorazione manieristica;
  • .
  • la camera del Perseo col magnifico fregio.

Su quattro piani e sei livelli di visita, si può andare dal cortile, ove è posta la statua dell’Angelo in marmo, alla terrazza, sulla quale si erge la grande statua bronzea dell’Angelo che sovrasta Roma con vista panoramica sul centro città, i tetti delle case e le chiese;  e sul fiume, i suoi ponti e i Lungotevere.

 Dell'imperatore Adriano, ricordiamo altri due monumenti:

– il Pantheon e

Villa Adriana, a  Tivoli.

  Curiosità:

La terrazza di Castel Sant'Angelo è

 

E'' uno dei 10 luoghi di Roma da non perdere.

Visitabile di notte, durante l'Estate Romana

Ed è uno dei "Punti panoramici di Roma"

 

Per itinerari a Roma, vedi nostre pagine

TOUR di ROMA, in 1 giorno, in un weekend, in 2-3-4-5 giorni o in 1 settimana (ITINERARI consigliati su cosa vedere in poco tempo e perché)

e

QUARTIERI di ROMA e LUOGHI da vedere (ITINERARI consigliati) per ARTE, NATURA, Storia, SPETTACOLO e Salute (San Giovanni, COLOSSEO, FORO, Navona, Pantheon, Fontana TREVI, Piazza di SPAGNA, Castel Sant’Angelo, SAN PIETRO, Vaticano, etc.)

 

e per i mezzi pubblici di Roma, vedi nostra pagina SERVIZI. TRASPORTI. Metropolitana e Bus di Roma. Cambiamento mobilità

 

 

—————————————————————————————-

 (A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

"A room for holiday" e "A home for holiday" di Roma Centro,

29 aprile 2012)

ARTE e STORIA ROMANA. Il COLOSSEO

A cura della Direzione dei Bed & Breakfast "A home for holiday" e "A room for holiday" di Roma Centro

Aggiornato al 29 aprile 2012

  

Il  COLOSSEO

 

Anfiteatro Flavio

(vicino al quartiere San Giovanni in Laterano) 

 Colosseo

 (particolare del Colosseo ed effige sulla moneta da 50 centesimi)

 

Tre righe per il Colosseo:

 

 

 In primo piano, estate romana dei Musei: Apertura serale

——————————————————–

Il Monumento

 

Iniziata la costruzione da parte di Vespasiano nel 72 d. C. dove era prima il lago della Domus Aurea, il Colosseo aveva tre ordini di arcate, con colonne di stile dorico, ionico e corinzio rispettivamente al primo, secondo e terzo livello; un quarto livello parzialmente distrutto e a copertura, un velario.

Venne inaugurato da Tito il 21 aprile 834 di Roma, ovvero l'anno 80 d. C., con cento giorni di festeggiamenti, comprendenti carneficine di uomini e di animali.

Ebbe modifiche durante il regno di Domiziano, il terzo imperatore della dinastia dei Flavii, al quale si deve la costruzione del limitrofo Ludus Magnus, la paletra dei gladiatori, collegata al Colosseo da comunicazione sotterranea.

Il Monumennto, a forma di ellisse, aveva la circonferenza di 527 metri, l'asse maggiore di 180 metri e il minore di 156 metri, per tre ordini di 80 arcate ciascuno, ciascun ordine recante colonne di stile, rispettivamente, dorico, ionico e corinzio., al primo, secondo e terzo livello.

Aveva un'altezza di circa 50 metri (attualmente, di m. 48,5), un immenso velario a copertura, e la capienza di 40-73.000 spettatori, suddivisi nella cavea a seconda del censo di appartenenza. L'arena all'interno misura m. 86 per m. 54, con una superficie di m² 3.357.

 

Il Colosseo era in origine interamente rivestito di lastre di travertino, poi usate nella costruzione di antichi e nobili edifici romani.

D'altronde il Colosseo, fin dal Medioevo, quando fu trasformato in fortezza,  era diventato una cava di pietra, prima dei massi caduti e poi depredato con demolizioni.

Dei suoi materiali, utilizzati fino alla metà del XVIII secolo,  quando Benedetto XIV lo trasformò in Via Crucis, sono eredi:

  • i Palazzi Barberini e Farnese, il Palazzo della Cancelleria;
  • la Chiesa di Sant'Agostino;
  • la scalinata di San Pietro e la Loggia delle Benedizioni della Basilica;
  • la tribuna di San Giovanni in Laterano;
  • Palazzo San Marco e il porto di Ripetta.

———————————————————

(*) Il Colosseo e Roma, la Città Eterna

 

 Finché esisterà il Colosseo, esisterà anche Roma;

quando cadrà il Colosseo, cadrà anche Roma;

quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo."

 

(Profezia del venerabile Beda, monaco del VII sec. d.C.)

——————————————————————————

Ingresso al Monumento

 

 

Orari e Informazioni sulle visite al Colosseo.

Informazioni utili e recapiti telefonici

Colosseo – Anfiteatro Flavio
Piazza del Colosseo – tel. 06 7740091


orario visite:

  • dal 1 settembre al 30 settembre:
    dalle ore 8.30 alle 19.00 – ultimo ingresso ore 18.00
  • dal 1 al 25 ottobre:
    dalle ore 8.30 alle18.30 – ultimo ingresso ore 17.30
  • dal 26 ottobre al 15 febbraio 2009:
    dalle ore 8.30 alle 16.30 – ultimo ingresso ore 15.30
  • dal 16 febbraio al 15 marzo:
    dalle ore 8.30 alle 17.00 – ultimo ingresso ore 16.00
  • dal 16 al 29 marzo:
    dalle ore 8.30 alle 17.30 – ultimo ingresso ore 16.30
  • dal 30 marzo al 31 agosto:
    dalle ore 8.30 alle 19.15 – ultimo ingresso ore 18.15

Ingresso: € 9,00 comprensivo di ingresso al Palatino
 

ll Monumento è tra i luoghi visitabili con carta ROMAPASS

Nel periodo pasquale, Via Crucis col Papa, in diretta televisiva.

————————————- 

La Mostra: "Gladiatores"

 

DOVE: Colosseo, Piazza del Colosseo n. 1, ingresso Portale del Vignola, presso Arco di Costantino.

COME ARRIVARE al Colosseo: Bus 81, 85, 87, 571, 810 e 850 (fermata di fronte stazione "Colosseo", Metropolitana Linea B .

DURATA. dal 26 marzo al 3 ottobre 2010, Mostra "GLADIATORES"

raccolta di oggetti antichi e di oggetti moderni che riproducono l'antico, per illustrare i combattimenti e la quotidianità della gladiatura a Roma.

  • sempre al Colosseo, nella primavera del 2010, si è tenuta la Mostra "Divus Vespasianus", dedicata agli imperatori della dinastia Flavia, che compie duemila anni: Vespasiano, Tito e Domiziano.

—————————————————-

Il Monumento: il Colosseo

 

Il Museo che la ospita: "Colosseo" è l'appellativo dell’Anfiteatro Flavio.

.

 

Utilità: Biglietti integrati Colosseo, Foro Romano e Palatino.

 

—————————————–

 

Curiosità:

 

Il Colosseo è candidato tra le Sette Meraviglie del Mondo Moderno

  • La Piramide di Cheope (candidata onoraria, poiché unica sussistente delle sette meraviglie del mondo antico)
  • La Grande Muraglia Cinese
  • La città di Petra in Giordania
  • il Cristo Redentore di Rio de janeiro
  • la città perduta di Machu Pittchu
  • Complesso di Chitchen Itzà
  • il Taj Mahal

Elenco che va ad integrare le Sette Meraviglie del Mondo (Antico, quindi), ovvero

  • La Piramide di Cheope (unica esistente, perciò candidata onorario nelle sette meraviglie del mondo moderno)
  • il Tempio di Artemide ad Efeso,
  • il faro di Alessandria,
  • il Mauseoleo di Alicarnasso, 
  • la statua di Zeus ad Olimpia,
  • il Colosso di Rodi e
  • i Giardini pensili di Babilonia
  •  

Per itinerari a Roma, vedi nostre pagine

TOUR di ROMA, in 1 giorno, in un weekend, in 2-3-4-5 giorni o in 1 settimana (ITINERARI consigliati su cosa vedere in poco tempo e perché)

e

QUARTIERI di ROMA e LUOGHI da vedere (ITINERARI consigliati) per ARTE, NATURA, Storia, SPETTACOLO e Salute (San Giovanni, COLOSSEO, FORO, Navona, Pantheon, Fontana TREVI, Piazza di SPAGNA, Castel Sant’Angelo, SAN PIETRO, Vaticano, etc.)

 

e per i mezzi pubblici di Roma, vedi nostra pagina SERVIZI. TRASPORTI. Metropolitana e Bus di Roma. Cambiamento mobilità

 

 

——————————————————

A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

"A room for holiday" e "A home for holiday" di Roma Centro,

29 aprile 2012

ARTE E STORIA. ROMA ANTICA. Terme di Caracalla e Terme di Diocleziano

A cura della Direzione dei Bed &  Breakfast "A home for holiday" e "A room for holiday" di Roma

Aggiornato al 2 febbraio 2013

 

ARTE E STORIA. ROMA ANTICA

Terme di Caracalla e di Diocleziano

 

TERME DI CARACALLA

DURATA In primo piano

APERTURA SERALE DAL 21 AGOSTO AL 23 OTTOBRE 2010, soltanto il sabato.

Da aggiornare eventualmente per il 2013

 

Le Thermae Antoninianae furono costruite sulle pendici del Piccolo Aventino verso la via Appia, a partire dal 212 e dedicate nel 216 da  Caracalla, con il recinto esterno completato sotto Eliogabalo e Alessandro Severo. Erano alimentate da un'apposita diramazione dell'Acqua Marcia (Aqua Antoniniana

Le Terme di Caracalla erano uno dei maggiori complessi termali dell’antichità, forse il più ricco per il fasto delle sue decorazioni, oggi in parte perdute o disperse.

  • Furono fatte costruire interamente dall’imperatore a partire dal 212 dopo Cristo, in un quartiere periferico nella parte meridionale della città.
  • .
  • Novemila operai lavorarono cinque anni per sbancare le pendici dell’Aventino e realizzare l’enorme piattaforma quadrangolare di più di trecento metri di lato su cui venne edificato, sopra i sotterranei per i magazzini, i servizi e gli impianti, il grande corpo centrale in opera cementizia con rivestimento di mattoni.
  • .
  • Le Terme funzionarono fino al 537 quando Vitige, re degli Goti, durante l’assedio di Roma, tagliò gli acquedotti.
  • .
  • Da allora il complesso fu abbandonato e diventò un cimitero.
  • .
  • Gli scavi del ‘500 riportarono in luce statue e gruppi scultorei colossali, per lo più copie di originali ellenistici, che finirono nelle grandi collezioni del tempo come quella Farnese ora al Museo archeologico nazionale di Napoli.
  • .
  • Alla prima metà dell’800 risalgono la scoperta della palestra e lo stacco di mosaici con atleti e giudici.
  • .
  • Da allora continue campagne di scavo, specie a inizio Novecento, hanno contribuito alla conoscenza del monumento, rivelando gli ambienti sotterranei e il mitreo.

Oggi sono sede della stagione estiva del Teatro dell'Opera Di Roma.

—————————

TERME DI DIOCLEZIANO

 

Immagine del Terme di Diocleziano(Museo nazionale romano)

 

.

Il grandioso impianto delle Terme, le più grandi di Roma antica, venne costruito tra il 298 e il 306 d.C.

L'edificio termale, oltre ai tradizionali ambienti con vasche d’acqua di diverse temperature (calidarium, frigidarium e tepidarium), comprendeva un'aula centrale basilicale, la piscina scoperta (natatio) e molte altre sale di ritrovo, per gli usi più vari.

  • Parte del perimetro è oggi occupato dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli: nel 1561 Pio IV decise infatti di trasformare le terme in basilica, con annesso convento, e affidò il progetto a Michelangelo.
  • .
  • Nel 1889 il complesso delle Terme divenne sede del Museo Nazionale di antichità romane e vi furono raccolte diverse collezioni archeologiche e i reperti provenienti da vari scavi.
  • .
  • Nel chiostro michelangiolesco sono oggi esposte circa 400 sculture di tutte le tipologie della produzione artistica romana (statuaria, materiali architettonici, sarcofagi, are dedicatorie).
  • .
  • Il museo comprende una Sezione Protostorica dedicata ai popoli latini e allo sviluppo della cultura laziale della tarda età del bronzo e dell’età del ferro (XII-VII secolo a.C.), con particolare riferimento al territorio di Roma; una Sezione Epigrafica dove viene illustrata la nascita e la diffusione della lingua latina attraverso vari documenti scritti, come il Cippo del Foro, la Corona in calcare di Palestrina, le defixiones, i tituli, le insegne delle associazioni ed un gruppo di testi che testimoniano la società romana, il suo sviluppo e usi e costumi.
  • .
  • Al museo delle Terme appartengono anche l'Aula Ottagona – trasformata nel 1928 in un Planetario di cui si conserva intatta una straordinaria cupola a ombrello e dove sono esposte alcune sculture trovate nelle terme – e le Olerarie Papali rinascimentali, dove enormi olle venivano utilizzate per conservare l’olio.

Le Terme di Diocleziano sono una delle quattro sedi del Museo Nazionale Romano,  con

  • Palazzo Massimo,
  • Palazzo Altemps e
  • Crypta Balbi

Curiosità:

– le terme erano una luogo frequentato quotidianamente dai romani antichi

  • Patrizi e plebei, venivano alle terme, non soltanto per igiene, ma anche per gli esercizi ginnici, le conversazioni con gli amici e il disbrigo di affari.
  • Nelle terme vi erano: il frigidario, ove scorreva l'acqua fredda; il calidario, con scorreva l'acqua calda; e il tiepidario, dove si restava brevemente tra il freddo e il caldo.

 

– vi sono anche a Tivoli 

——————————————————————–

(A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

"A room for holiday" e "A home for holiday" di Roma Centro,

2 febbraio 2013)