set
09

ARTE e STORIA. CULTO. La BASILICA di SAN PIETRO e Piazza San Pietro

By

 

A cura della Direzione dei Bed & Breakfast “A home for holiday” e “A room for holiday” di Roma Centro

Aggiornato al 29 aprile 2012 

 

ARTE e STORIA. CULTO

 

BASILICA DI SAN PIETRO e PIAZZA, Vaticano

 

 

(Piazza San Pietro e la Basilica, in una fotografia del 1909)

————————————————————————————

PIAZZA SAN PIETRO

 

Piazza San Pietro è la piazza più monumentale del mondo ed è una delle più belle piazze di Roma.

 

E' racchiusa dentro il colonnato di Gian Lorenzo Bernini, costituito da due emicicli che formano una ellittica con un asse maggiore di m. 196 e uno minore di m. 148.

I due emicicli constano di 248 colonne, 142 per lato (le più esterne misurano m. 1,45 di diametro), disposte in quadruplice fila con tre ambulacri intermedi, di cui quello centrale assai spazioso. Le 140 statute che ornano in alto il grandioso Colonnato berniniano sono alte m. 3,24 e quelle della facciata m. 5,65.

Questo "abbraccio" della Piazza fu voluto da Bernini che disse: "essendo la chiesa di S. Pietro matrice di tutte le altre doveva haver un portico che per l'appunto dimostrasse di ricevere a braccia aperte maternamente i Cattolici per confermarli nella credenza, gli eretici per riunirli alla chiesa, e gl'Infedeli per illuminarli alla vera fede" (Da "La Fabbrica di San Pietro")

La piazza ha una estensione di quattro ettari, con la meridiana più grande del mondo, il cui gnomone è l'obelisco.

Le due fontane sono del Maderno (1613) e del Bernini (1677): nonostante distino di oltre mezzo secolo, sono chiamate "gemelle"..

——————————————————————————–

BASILICA DI SAN PIETRO

 

 Basilica di San Pietro

 

(Basilica di San Pietro, oggi)

 

 

San Pietro è la più grande chiesa, anzi il più grande edificio sacro del mondo.

 

Occupa, esclusa la sacrestia, oltre due ettari; il raffronto con le altre chiese sono segnate sul pavimento della navata centrale con le altre maggiori chiese (San Paolo a Londra, Santa Maria del Fiore a Firenze, Duomo di Milano, Cattedrale di Colonia, Santa Sofia di Costantinopoli).

Alcuni esempi: enormi le acquasantiere, rette dai cosiddetti Angioloni; la pala d'altare è la più grande al mondo; 233 finestre e 46 altari, nove dei quali intitolati alla Madonna sotto titoli diversi.

 

Bramante demolì la vecchia basilica costantiniana per costruire il nuovo grandioso tempio commissionatogli da Giulio II, nell'ambito della "renovatio urbis Romae", avviata dal Papa che chiamò a Roma Michelangelo, Bramante e Raffaello, per la costruzione della nuova Basilica di San Pietro (dopo la distruzione dell'846 ad opera dei pirati arabi).

 

Da notare che tale "renovatio" fu portata avanti dai suoi successori, papi della famiglia dei Medici, Leone X e Clemente VII che si rifecero al modello urbanistico rinascimentale, collaudato a Firenze, realizzando anche il "tridente" viario di Piazza del Popolo.

Dopo il progetto della Chiesa e della Piazza di San Pietro presentato da Michelangelo, altri progetti furono di  Bramante, Raffaello e Maderno; mentre il Colonnato fu di Bernini.

Il progetto della Chiesa prevedeva una croce greca, che il Maderno trasformò in croce latina.

Il baldacchino di Bernini fu fatto in nove anni, grandioso (gli angeli misurano 3,50 m. di altezza) e ottenne all'inaugurazione un lungo applauso del pubblico.

Invece di essere sorretto da colonne lineari, venne poggiato su colonne tortili adorne di spirali e motivi vegetali, costituiti da rami di albero tra i quali si notano graziose figure di putti.

 

La statua di San Pietro è all'angolo destro della basilica tra la navata centrale e il transetto e reca il segno evidente di una particolare venerazione: il piede destro risulta logorato a causa del bacio che nel corso dei secoli

 

 

 

(Pietà di Michelangelo, 1499)

 

 

La Pietà, che  è l'unica statua che reca la firma di Michelangelo, si trova nella prima cappella della navata destra.

 

Essa è custodita in un apposito e trasparente dispositivo di protezione perché è una delle tre statue mutilate da vandali, l'ultima in ordine cronologico (1971), come quella di papa Clemente X (1962) e di Pio VI (1969).

 

Opera giovanile del Maestro, e' un gruppo scultoreo bellissimo e famosissimo, raffigurante la Madonna che tiene in braccio Cristo morto, un tema che Michelangelo sviluppò più volte, fino alla "Pietà Rondanini", ultima sua opera (1552-1564).

 

Maria è ritratta come una giovane donna, come la ricorda Dante nella Divina Commedia " Vergine Madre, figlia di tuo figlio".

 

Altre due statue di Michelangelo a Roma, nelle Chiese di San Pietro in Vincoli e di Santa Maria sopra la Minerva.

 

 

——————-

 

Curiosità in Basilica:

 

 

Due statue nude sono quelle della Giustizia e della Verità.

In Basilica vi sono sepolte tre donne: contessa Matilde di Canossa , la regina Cristina di Svezia e Maria Clementina, regina di Inghilterra

 

Infine, un detto popolare afferma che

San Pietro è bello per la sua grandezza e San Carlino è bello per la sua piccolezza" (dove quest'ultimo è la Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane)

 

——————————————————————

 

La Cupola di San Pietro, detta il "Cupolone"

(La Cupola, vista dall'interno)

 

La cupola ha una circonferenza di m. 42,7 ed esterna (essendo a doppia calotta) di m. 58; la sua altezza fino all'occhio della lanterna, è di m. 50,35.

Il Pantheon ha un diametro superiore di soli 44 centimetri (è la cupola dal diametro maggiore) a quello interno della cupola , ma è meno alto (m. 42,87); Michelangelo quindi ha sollevato una costruzione come quella del tempio di Agrippa all'altezza di m. 44,72, quale quella degli archi su cui poggia la cupola di San Pietro.

 

Non c'è una sola scala per la cupola, alta 136 metri e alla quale si accede salendo 537 scalini della scala più visitata. Ve ne sono altre, a chiocciola, perciò dette “lumache”.

 

 

 

Curiosità:

 

 

La Cupola, in particolari circostanze come la festa di San Pietro, veniva illuminata, risultandone una visione affascinante per Goethe che lo sottolineò nel 1787: uno spettacolo che sembra una favola prodigiosa”.

 

————————-

 

 

Per noi, la Basilica di San Pietro è tra "I 10 luoghi di Roma da non perdere",

 

luogo delle parole del Papa ai fedeli (Messe, Benedizioni Papali) mentre le Udienze hanno luogo nella Sala Nervi (vedi sezione "Il Papa e i fedeli")

 

Luogo da visitare, insieme ai Musei Vaticani (visita anche alla Cappella Sistina di Michelangelo e alle Stanze di Raffaello)

 

e una delle Basiliche Papali, insieme a San Giovanni, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura,

 

la Cupola, uno dei "Punti panoramici di Roma

 

San Pietro è la tappa intermedia della Via Francigena europea

  • che da Canterbury, Inghilterra,
  • passando per Santiago di Compostela, Spagna,
  • arriva a Gerusalemme, Terra Santa

—————————————————————————————-

 

Nostre pagine su Michelangelo, Opere e Mostre a Roma:

 

 

 

Per itinerari a Roma, vedi nostre pagine

TOUR di ROMA, in 1 giorno, in un weekend, in 2-3-4-5 giorni o in 1 settimana (ITINERARI consigliati su cosa vedere in poco tempo e perché)

e

QUARTIERI di ROMA e LUOGHI da vedere (ITINERARI consigliati) per ARTE, NATURA, Storia, SPETTACOLO e Salute (San Giovanni, COLOSSEO, FORO, Navona, Pantheon, Fontana TREVI, Piazza di SPAGNA, Castel Sant’Angelo, SAN PIETRO, Vaticano, etc.)

 

e per i mezzi pubblici di Roma, vedi nostra pagina SERVIZI. TRASPORTI. Metropolitana e Bus di Roma. Cambiamento mobilità

 

 

 

—————————————————————-

A cura della Direzione dei Bed and Breakfast 

 “A room for holiday” e “A home for holiday” di Roma Centro, 

 29 aprile 2012

6 Commenti

1

[...] Basilica e Cupola di San Pietro, Piazza del Campidoglio, Palazzo, Farnese, Cappella in Santa Maria Maggiore, Porta Pia (vedi Mostra [...]

2

[...] 24 aprile, la domenica di Pasqua, Solennità nella Basilica di San Pietro, e Benedizione Urbi et Orbi (con diretta Rai [...]