lug
28

ARTE E STORIA. ROMA ANTICA. Terme di Caracalla e Terme di Diocleziano

By

A cura della Direzione dei Bed &  Breakfast "A home for holiday" e "A room for holiday" di Roma

Aggiornato al 2 febbraio 2013

 

ARTE E STORIA. ROMA ANTICA

Terme di Caracalla e di Diocleziano

 

TERME DI CARACALLA

DURATA In primo piano

APERTURA SERALE DAL 21 AGOSTO AL 23 OTTOBRE 2010, soltanto il sabato.

Da aggiornare eventualmente per il 2013

 

Le Thermae Antoninianae furono costruite sulle pendici del Piccolo Aventino verso la via Appia, a partire dal 212 e dedicate nel 216 da  Caracalla, con il recinto esterno completato sotto Eliogabalo e Alessandro Severo. Erano alimentate da un'apposita diramazione dell'Acqua Marcia (Aqua Antoniniana

Le Terme di Caracalla erano uno dei maggiori complessi termali dell’antichità, forse il più ricco per il fasto delle sue decorazioni, oggi in parte perdute o disperse.

  • Furono fatte costruire interamente dall’imperatore a partire dal 212 dopo Cristo, in un quartiere periferico nella parte meridionale della città.
  • .
  • Novemila operai lavorarono cinque anni per sbancare le pendici dell’Aventino e realizzare l’enorme piattaforma quadrangolare di più di trecento metri di lato su cui venne edificato, sopra i sotterranei per i magazzini, i servizi e gli impianti, il grande corpo centrale in opera cementizia con rivestimento di mattoni.
  • .
  • Le Terme funzionarono fino al 537 quando Vitige, re degli Goti, durante l’assedio di Roma, tagliò gli acquedotti.
  • .
  • Da allora il complesso fu abbandonato e diventò un cimitero.
  • .
  • Gli scavi del ‘500 riportarono in luce statue e gruppi scultorei colossali, per lo più copie di originali ellenistici, che finirono nelle grandi collezioni del tempo come quella Farnese ora al Museo archeologico nazionale di Napoli.
  • .
  • Alla prima metà dell’800 risalgono la scoperta della palestra e lo stacco di mosaici con atleti e giudici.
  • .
  • Da allora continue campagne di scavo, specie a inizio Novecento, hanno contribuito alla conoscenza del monumento, rivelando gli ambienti sotterranei e il mitreo.

Oggi sono sede della stagione estiva del Teatro dell'Opera Di Roma.

—————————

TERME DI DIOCLEZIANO

 

Immagine del Terme di Diocleziano(Museo nazionale romano)

 

.

Il grandioso impianto delle Terme, le più grandi di Roma antica, venne costruito tra il 298 e il 306 d.C.

L'edificio termale, oltre ai tradizionali ambienti con vasche d’acqua di diverse temperature (calidarium, frigidarium e tepidarium), comprendeva un'aula centrale basilicale, la piscina scoperta (natatio) e molte altre sale di ritrovo, per gli usi più vari.

  • Parte del perimetro è oggi occupato dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli: nel 1561 Pio IV decise infatti di trasformare le terme in basilica, con annesso convento, e affidò il progetto a Michelangelo.
  • .
  • Nel 1889 il complesso delle Terme divenne sede del Museo Nazionale di antichità romane e vi furono raccolte diverse collezioni archeologiche e i reperti provenienti da vari scavi.
  • .
  • Nel chiostro michelangiolesco sono oggi esposte circa 400 sculture di tutte le tipologie della produzione artistica romana (statuaria, materiali architettonici, sarcofagi, are dedicatorie).
  • .
  • Il museo comprende una Sezione Protostorica dedicata ai popoli latini e allo sviluppo della cultura laziale della tarda età del bronzo e dell’età del ferro (XII-VII secolo a.C.), con particolare riferimento al territorio di Roma; una Sezione Epigrafica dove viene illustrata la nascita e la diffusione della lingua latina attraverso vari documenti scritti, come il Cippo del Foro, la Corona in calcare di Palestrina, le defixiones, i tituli, le insegne delle associazioni ed un gruppo di testi che testimoniano la società romana, il suo sviluppo e usi e costumi.
  • .
  • Al museo delle Terme appartengono anche l'Aula Ottagona – trasformata nel 1928 in un Planetario di cui si conserva intatta una straordinaria cupola a ombrello e dove sono esposte alcune sculture trovate nelle terme – e le Olerarie Papali rinascimentali, dove enormi olle venivano utilizzate per conservare l’olio.

Le Terme di Diocleziano sono una delle quattro sedi del Museo Nazionale Romano,  con

  • Palazzo Massimo,
  • Palazzo Altemps e
  • Crypta Balbi

Curiosità:

- le terme erano una luogo frequentato quotidianamente dai romani antichi

  • Patrizi e plebei, venivano alle terme, non soltanto per igiene, ma anche per gli esercizi ginnici, le conversazioni con gli amici e il disbrigo di affari.
  • Nelle terme vi erano: il frigidario, ove scorreva l'acqua fredda; il calidario, con scorreva l'acqua calda; e il tiepidario, dove si restava brevemente tra il freddo e il caldo.

 

- vi sono anche a Tivoli 

——————————————————————–

(A cura della Direzione dei Bed and  Breakfast

"A room for holiday" e "A home for holiday" di Roma Centro,

2 febbraio 2013)