apr
01

Speciale. Mostra Evento ” CARAVAGGIO ” al Quirinale

By

A cura di: Direzione dei Bed & Breakfast " A home for holiday " e " A room for holiday " di Roma Centro

Aggiornato: al 3 gennaio 2012

 

"CARAVAGGIO" al Quirinale

 

Mostra Evento, dal 20 febbraio al 13 giugno 2010

 

 

-

Canestra di frutta, Biblioteca Ambrosiana di Milano

——————————————-

A 400 ANNI DALLA MORTE DI CARAVAGGIO E

A 10 ANNI DALL'APERTURA DELLE SCUDERIE DEL QUIRINALE

 

————————————

 

 Mostra alle SCUDERIE DEL QUIRINALE, di fronte al Palazzo del Quirinale, si è conclusa con successo la mostra, che ha registrato oltre 500.000 presenze.

DOVE: Scuderie del Quirinale, Via XXIV Maggio n. 16 (Piazza del Quirinale)

COME ARRIVARE: Metropolitana Linea A, fermata Repubblica; di qui, lungo Via Nazionale, fino a via XXIV Maggio.

DURATA: Mostra dal 20 febbraio al 13 giugno 2010

ORARIO:

  • Tutti i giorni: da domenica a giovedì: h. 10-20;
  • venerdì e sabato: h. 10-22,30.

In occasione del quarto centenario dalla morte di Michele Merisi da Caravaggio (1610), dopo la recente Mostra “Caravaggio Bacon” alla Galleria Borghese, terminata il 24 gennaio scorso, ed in attesa della prossima Mostra al polo museale di Firenze, dal 22 maggio al 10 ottobre 2010,  questo è un percorso sintetico e tematico, non antologico, né strettamente cronologico, di opere “capitali” ovvero solo quelle accreditate ufficialmente (vedi infra, riepilogo mostre attuali in Italia su Caravaggio).

Una mostra lineare ed emozionante, immaginata secondo un criterio assolutamente rigoroso e in un'ottica radicalmente innovativa e aggiornata.

In anni recenti, il gran numero di ricerche, studi, esposizioni e interventi sulle vicende biografiche e aratistiche del celebre "genio lombardo" ha confermato l'universale e crescente interesse sulle sue opere e il ruolo cardine di Caravaggio all'interno della storia dell'arte degli ultimi 400 anni.

"Luce in scena" Laboratorio d'arte, per conoscere il talento rivoluzionario di Caravaggio:

  • per scuole d'infanzia e primaria, dal lunedì al venerdì mattina;
  • per ragazzi dai 7 agli 11 anni, sabato e domenica pomeriggio. 

In Mostra sono esposti:

 

  • L’adorazione dei Magi” (1608), proveniente dal Museo Regionale di Messina e di cui è terminato il RESTAURO APERTO, presso la Camera dei Deputati, fino al 31 gennaio, da parte dell’Istituto del Restauro e
  • il “San Giovanni Battista”, ospitato nella Mostra “Il potere e la grazia”, sempre fino al 31 gennaio, al Museo di Palazzo Venezia (qui, insieme al “San Giovanni Battista” di Leonardo Da Vinci):

 

Caravaggio, Amor Vincit Omnia

"Amor vincit omnia", Staatliche Museum di Berlino

  

Oltre a confronti tra temi e soggetti caravaggeschi:

 

  • pale d’altare romano e altre del periodo siciliano, tra cui il Seppellimento di Santa Lucia, quasi dipinta in articulo mortis, e che rappresenta il punto estremo della parabola esistenziale del Merisi;
  • il Ragazzo con il canestro di frutta, opera giovanile, e il Bacco della Galleria degli Uffizi di Firenze, (che vi torneranno per il 22 maggio, insieme al Sacrificio di Isacco e all'Amor dormiente),  per la mostra "Caravaggio e i caravaggeschi a Firenze" e
  • la Canestra di frutta della Biblioteca Ambrosiana di Milano, mai uscita dalla sua sede, opera che è il simbolo della Mostra, pur non essendo la natura morta il soggetto più rappresentativo  di Caravaggio che preferiva dipingere le persone;
  • Davide con la testa di Golia dalla Galleria Borghese di Roma, dove la testa di Golia è un autoritratto di Caravaggio;
  • Giuditta che tagliala testa ad Oloferne, dalla Galleria Nazionale d'Arte Antica di Roma, dipinto poco dopo la decapitazione a Castel Sant'Angelo di Beatrice Cenci;
  • le due versioni della Cena di Emmaus, rispettivamente, della National Gallery di Londra e della Pinacoteca di Brera, la più recente delle quali risulta la più disincantata e spoglia mentre nella precedente compare la canestra di frutta di Milano;
  •  I musici dal Metropolitan Museum di New York e il Suonatore di liuto del Museo dell’Hermitage (che tornerà a San Pietroburgo entro il 15 maggio), in materia di musica, soggetto spesso rappresentato in quell'epoca;
  • I Bari,  del Kimbel-Art Museum di Fort Worth (pendant ideale de "La buona ventura", 
  •  l’Amor vincit omnia, l'Amor vincitore, dallo Staatliche Museum di Berlino (opera gioiosa in cui l'Amor vincitore, Eros giovinetto dal sorriso che conquista, prevale sul mondo e le arti, rappresentate da simboli ai suoi piedi); e l'Amor dormiente, di Palazzo Pitti a Firenze
  • le tre versioni del San Giovanni Battista, rispettivamente, dei Musei Capitolini  (vedi, a lato, PROPOSTE. ARTE e STORIA), dalla Galleria Corsini di Roma e dal Nelson-Atkins Museum di Kansas City.

 

Sono infine qui, seppur raramente concesse per mostre a carattere temporaneo:

  •  
  • la Deposizione, proveniente dai Musei Vaticani ( un quadro struggente di Cristo illividito dalla morte);
  • l’Annunciazione del Museo di Nancy, restaurata per l’occoasione di un progetto congiunto Italia-Francia;
  • l’Incoronazione di Spine dal Kunsthistorisches Museum di Vienna ( dove un Cristo bellissimo si inchina al proprio sacrificio);
  • la Conversione di Saulo, provenienente da collezione privata, vi tornerà il 4 giugno (è la prima versione, non accettata dalla committenza,  del dipinto visibile in Chiesa di Santa Maria del Popolo, l'unico dipinto su tavola, in questo caso legno di cipresso, e dall'impianto teatrale);
  • mentre la Flagellazione di Cristo arriverà alle Scuderie il 14 aprile, dopo l'esposizione "Ritorno al Barocco. Da  Caravaggio a Vanvitelli" a Napoli.
  • il Riposo durante la fuga in Egitto ha lasciato le Scuderie il 22 marzo per essere esposto a Villa del Principe Doria a Genova, nell'ambito della mostra "Caravaggio e l'arte della fuga.La pittura di paesaggio nelle Ville Doria Pamphili".

Opera d'arte

"Incoronazione di spine", Kunsthistorisches Museum di Vienna

————————————————————————

 

Riepilogo Mostre intitolate a Caravaggio

per il 4° centenario dalla sua morte (1609)

nel corso di 2009 e 2010

 

- Caravaggio Bacon“, Galleria Borghese, Roma, dal 2 ottobre 2009 al 24 gennaio 2010;

- “Ritorno al Barocco. Da Caravaggio a Vanvitelli”, in più musei Napoli,  dal 12 dicembre 2009 all'11 aprile 2010;

- “Caravaggio e i caravaggeschi a Firenze”, Galleria degli Uffizi, 22 maggio-27 ottobre 2010;
  • prorogata al 9 gennaio 2011


- “Caravaggio e l’arte della fuga. La pittura di paesaggio nelle Ville Dora Phampili“, Villa del Principe Doria, Genova, dal 26 marzo al 26 settembre 2010.

———————————————————–

Terminati gli incontri "A proposito di Caravaggio" 

al Palazzo delle Esposizioni, 25 febbraio – 9 aprile 2010

  • con gli storici dell’arte:
  • giovedì 25 febbraio: Claudio Strinati: "Introduzione a una mostra",
  • giovedì 4 marzo: Rossella Vodret (curatrice della Mostra): "Caravaggio: la tecnica"; 
  • giovedì 11 marzo: Antonio Paolucci: "La religione di Caravaggio. Considerazioni sulla " " Deposizione " ";
  • giovedì 18 marzo: Maurizio Calvesi:"Caravaggio senza maledizioni";
  • giovedì 25 marzo: Alessandro Zuccari:" L' "Annunciazione" del Caravaggio. Il particolare smarrito";
  • giovedì 1° aprile: Mila Gregori: "Ricerche caravaggesche" e
  • venerdì 9 aprile: Maurizio Marini: "Verso sud".

 —————————————–

Rossella Vodret, soprintendente al polo museale romano e curatrice della mostra, ha elaborato la teoria, secondo la quale Caravaggio ha sempre dipinto se stesso, a cominciare dal “Narciso”, quadro non effettuabile senza l’ausilio dello specchio, che sicuramente il Merisi usava.

Dichiara la Vodret: “Una domenica ho posizionato due specchi come immaginavo che avesse fatto Caravaggio e ho chiesto a mio marito di fare da modello. Il risultato è stato identico a quello del quadro. E’ evidente che l’artista mentre si specchia, si sta al tempo stesso ritraendo, la mano che sfiora l’acqua doveva in pratica reggere Il pennello“.

Non solo Narciso, ma anche Bacco e il ragazzo morso dal ramarro sono autoritratti di Merisi da giovane; come i personaggi maschili della “Adorazione dei pastori”.

  • Da marzo sarà visitabile una ricostruzione, ad opera della Vodret, dello studio romano di Caravaggio in una delle sale di Palazzo Venezia: pareti nere, un’unica fonte di luce dall’alto, specchi, tele, una chitarra e un violino, due spade e un paio di orecchini

—————————————————————————

Per altre opere di Caravaggio a Roma,

vedere. ARTE ROMA RINASCIMENTALE E BAROCCA. Caravaggio ed altri)

Itinerari da noi suggeriti

  • - in centro storico, nelle Chiese con con dipinti di Caracaggio e

  • - nelle collezioni di Musei e Gallerie di Roma.

 

e   Mostre 2009-2012  

     

    1. Mostra "Caravaggio Bacon", Galleria Borghese
    2. Mostra Evento "CARAVAGGIO" alle Scuderie del Quirinale, e correlate Lezioni su Caravaggio al Palazzo delle Esposizioni;
    3. "I colori del buio", Palazzo Ruspoli;
    4. "Caravaggio a Roma", Archivio di Stato;
    5. "La notte di Caravaggio", 17/18 luglio 2010;
    6. "La bottega del genio. La Cappellla Contarelli", Museo di Palazzo Venezia; e
    7. "Roma al tempo di Caravaggio. 1600-1630", Museo di Palazzo Venezia (vedi supra);

     

     

    ——————————————-

    per altre mostre monografiche alle Scuderie del QUIRINALE:
     

     

     

     

    —————————————————————————————–

    ( a cura della Direzione dei Bed and Breakfast

    " A room for holiday " e " A home for holiday " di Roma Centro,

    3 gennaio 2012)